Se stai cercando il Monologo Craxi tratto dal film Hammamet sei nel posto giusto!
Leggi anche: Migliori Frasi e Citazioni del film Hammamet


non hai il dvd?


Hammamet Trama

Nel 1989, durante il Congresso del Partito Socialista Italiano presso lo stabilimento Ansaldo di Milano, il tesoriere Vincenzo Sartori tenta di esprimere al “Presidente”, chiaramente identificabile nella figura del segretario del partito Bettino Craxi, le proprie preoccupazioni in merito al suo operato: secondo Sartori, Craxi avrebbe tradito gli ideali del socialismo in favore di azioni illecite e, per colpa sua, il partito sarebbe finito sotto indagine. Sartori, che sa di essere spiato nonostante la propria onestà, vorrebbe lasciare la politica e presenta al Presidente le sue dimissioni, ma Craxi minimizza il rischio e difende le sue azioni, impedendogli di abbandonare il partito. Successivamente il PSI viene travolto dallo scandalo di Tangentopoli, Craxi cade in disgrazia e Sartori si suicida gettandosi dal balcone del suo studio.

Dieci anni dopo Craxi, gravemente malato di diabete mellito, per sfuggire alla giustizia italiana, si è stabilito a vivere da circa cinque anni in una villa nella città di Hammamet, in Tunisia, visitato periodicamente dalla moglie Anna e dalla figlia Anita. Una notte, un uomo in assetto da guerriglia riesce ad eludere la sorveglianza dei militari che controllano la dimora del politico: una volta catturato, il presidente lo riconosce come Fausto Sartori, unico figlio di Vincenzo. Il ragazzo, affetto da problemi psichici, è venuto per recapitare a Craxi una lettera in cui il defunto padre gli rimprovera con sdegno tutti gli illeciti. Craxi ignora queste rimostranze e prende il giovane sotto la propria protezione. Fausto però acquista di nascosto una pistola per uccidere Craxi. La presenza di Fausto causa un forte disappunto da parte di Anita, che guarda il ragazzo con sospetto, soprattutto dopo che Craxi decide di far smettere alla figlia di scrivere le sue memorie a macchina e di iniziare a raccontarle mentre viene ripreso con una telecamera da Fausto.


Hammamet Monologo

Craxi

Non li ho rubati. Me li avete tirati addosso. Erano monetine che io ho raccolto da terra una ad una, poi le ho versate in un paradiso fiscale. Ecco il mio tesoro: monetine! […] Siete venuti apposta? Siete venuti apposta qui a casa mia per cercarlo? Venite, venite. Casa mia è aperta per tutti quanti voi. Potete scavare nel giardino per cercarlo, il mio tesoro… Alzare i letti. Dove le avete trovate quelle monetine? Nei salvadanai dei bambini?! Siete entrati nelle sagrestie a rompere le cassette delle elemosine? Avete aggredito i mendicanti?


Grazie per aver letto l’articolo: clicca qui per leggerne altri!


In questo video sono riassunte le trame dei miei Fumetti e Libri, clicca se sei curioso!

Seguici anche su YT.

.

Di FeM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *