Se stai cercando il Monologo Beckett tratto dalla serie Star Trek: Lower Decks sei nel posto giusto!
Leggi anche questo articolo qui: Migliori Frasi e Citazioni – Star Trek: Lower Decks


Star Trek: Lower Decks Trama

La serie è ambientata nell’anno 2380, 16 anni dopo l’inizio delle missioni dell’Enterprise D e un anno dopo gli avvenimenti di Star Trek – La nemesi. Narra le avventure dell’astronave della Flotta Stellare USS Cerritos, un’astronave di minore importanza rispetto alle altre apparse nelle serie di Star Trek, destinata a operazioni di routine come il “secondo contatto” con nuove specie incontrate dalle altre astronavi dalla Federazione. La storia si concentra principalmente non sulle figure che occupano il ponte di comando dell’astronave, che appaiono come personaggi di secondo piano, ma su quelle di quattro membri dell’equipaggio dei “ponti inferiori” (in inglese Lower Decks), i guardiamarina: Beckett Mariner, Brad Boimler, D’Vana Tendi e Samanthan Rutherford.


Monologo Beckett

Beckett

Lavoro per mia madre e non di nascosto da due mesi. E la linea di separazione tra il ruolo di madre e quello di capitano si è un po’ confusa. Ero abituata a svignarmela in ufficiose missioni di ogni genere senza metterla al corrente, ma ora mi è impossibile. Lei è così felice e tanto dolce, ma io sto impazzendo, non so quanto resisterò. Io non ho mai chiesto un trattamento di favore, non è nel mio stile. Insomma non lo rifiuterei. Oh, questo fa di me una brutta persona? Immagino che mi ci dovrò abituare, insomma la vita cambia. Pensavo che mia madre mi avrebbe cacciato dalla Flotta.


Grazie per aver letto l’articolo: clicca qui per leggerne altri!


In questo video sono riassunte le trame dei miei Fumetti e Libri, clicca se sei curioso!

Seguici anche su YT.

.

Di FeM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *