Se stai cercando le migliori Curiosità sul film Tre manifesti a Ebbing, Missuri sei nel posto giusto!
Leggi anche: Tex Il cavaliere solitario – Sergio Bonelli Editori


Tre manifesti a Ebbing, Missuri Trama

Ebbing, Missouri. Mildred Hayes è una madre divorziata e con un figlio a carico, Robbie. A sette mesi dalla morte dell’altra sua figlia, Angela, violentata e bruciata viva, si accorge che sulla strada che porta alla sua casa vi sono tre cartelloni pubblicitari in disuso. Decide di affittarli dall’agente pubblicitario Red Welby e vi fa affiggere sopra tre frasi: “Stuprata mentre stava morendo”, “E ancora nessun arresto”, “Come mai, sceriffo Willoughby?”. I suoi concittadini hanno sempre compatito la situazione di Mildred, ma di fronte a quest’accusa esplicita in molti si ergono in difesa dello sceriffo Bill Willoughby, membro stimato della comunità, che tra l’altro, stando alle voci, soffrirebbe di un cancro al pancreas in fase terminale. Fra questi vi è Jason, un poliziotto con problemi di violenza e di alcolismo, che vede in Bill una sorta di mentore.


Tre manifesti a Ebbing, Missuri Curiosità

1) L’oscar alla migliore attrice che Frances McDormand ha vinto per questo film è stato rubato il giorno dopo la premiazione e immediatamente recuperato.

2) Il regista ha elaborato l’idea del film mentre era in viaggio nel profondo sud notando enormi manifesti di una madre che denunciava un crimine irrisolto.

3) La città di Ebbing in realtà non esiste e le riprese hanno avuto luogo presso una cittadina di montagna di nome Sylva in north carolina.

4) Sam Rockwell ha indossato per tutto il tempo una tuta imbottita allo scopo di rendere il suo personaggio più in carne.

5) La bandana che la McDormand indossa per quasi tutto il film è un omaggio a “Il cacciatore” di Michael Cimino, di cui sia il regista Martin McDonagh che Sam Rockwell sono fan sfegatati.



Grazie per aver letto l’articolo: clicca qui per leggerne altri!


In questo video sono riassunte le trame dei miei Fumetti e Libri, clicca se sei curioso!

Seguici anche su YT.

.

Di FeM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *