Se stai cercando le migliori Curiosità sul film Freaks Out sei nel posto giusto!
Leggi anche: Migliori Frasi e Citazioni della serie Agente Carter


Freaks Out Trama

Nel 1943, in piena seconda guerra mondiale, si svolgono gli spettacoli del Circo Mezzapiotta, di proprietà dell’ebreo Israel. In esso si esibiscono quattro freaks: Matilde, una ragazza che produce elettricità e fulmina chiunque la tocchi; Cencio, un ragazzo albino capace di controllare tutti gli insetti; Fulvio, un “uomo bestia” affetto da ipertricosi, e per questo ricoperto di peli dalla testa ai piedi, dotato di forza sovrumana; e infine Mario, un nano con un leggero ritardo mentale e la capacità di manipolare gli oggetti metallici. L’inasprirsi del conflitto mette a rischio la sopravvivenza del Circo, così Israel propone ai quattro di tentare il viaggio per l’America; Fulvio invece propone di trovare lavoro presso il prestigioso Berlin Zircus, un sontuoso spettacolo allestito dai nazisti che hanno occupato Roma. Il Zircus è in realtà il regno di Franz, un pianista tedesco con sei dita per mano che possiede poteri di chiaroveggenza: questi ha avuto la premonizione del suicidio di Hitler e dell’arrivo di quattro esseri dotati di poteri sovrumani che potrebbero salvare le sorti del Terzo Reich (oltre che di svariati eventi ed invenzioni che accadranno negli anni a seguire dalla fine del conflitto); per questo ha creato il Zircus allo scopo di radunare tutti i freaks della zona, che sottopone a mortali torture nel tentativo di individuare i salvatori.


Freaks Out Curiosità

1) Gabriele Mainetti (Roma, 1976) è regista, attore, compositore e produttore cinematografico. Dopo aver realizzato i corti Basette, selezionato al Festival di Locarno, e Tiger Boy, entrato nella shortlist della nomination all’Oscar, nel 2015 dirige Lo chiamavano Jeeg Robot. Il film vince – tra gli altri riconoscimenti – 7 David di Donatello, 2 Nastri d’argento, 4 Ciak d’oro e il Globo d’oro.

2) La sceneggiatura del film è tratta da un soggetto originale di Nicola Guaglianone e scritta da Gabriele Mainetti in collaborazione con lo stesso Guaglianone.

3) Le riprese sono iniziate tra Lazio e Calabria (Cosenza e Camigliatello Silano) ad aprile 2018. Così Mainetti parla delle location in Calabria: «Il tragitto della Sila è stato quello più interessante tra i tanti che abbiamo visto […] Da un punto di vista fortemente tecnico, se penso a un viaggio come quello del trenino in una pianura non sento la vita scorrere. Qui in Sila invece, la vegetazione, le nuvole, tutto ti si muove intorno più che suggestivo e fortemente cinematografico».

4) In un’ intervista Mainetti descrive la sua opera seconda come un «film corale, ambientato a Roma» che continua la ricerca formale iniziata nelle sue opere precedenti. Il regista ha definito Freaks Out una sfida.



Grazie per aver letto l’articolo: clicca qui per leggerne altri!


In questo video sono riassunte le trame dei miei Fumetti e Libri, clicca se sei curioso!

Seguici anche su YT.

.

Di FeM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *