Se stai cercando le Curiosità sul film Disney+ Luca sei nel posto giusto!
Leggi anche: Migliori Frasi e Citazioni del film Disney Luca
Oppure: SILENZIO BRUNO! Il dialogo tra Luca e Alberto


Luca Trama

Tra gli anni 50 e gli anni 60, Luca Paguro è un mostro marino pre-adolescente che vive sul fondo del Mar Ligure, vicino alla cittadina immaginaria di Portorosso. Luca trascorre le sue giornate come pastore, radunando banchi di pesci. I suoi genitori, Daniela e Lorenzo, gli impediscono di risalire in superficie per paura che gli umani possano ucciderlo, ma questa restrizione finisce per annoiare Luca. Un giorno, in dubbio se andare o meno in superficie, incontra un altro giovane mostro marino di nome Alberto Scorfano, che è stato molte volte sulla terra in un isolotto vicino a Portorosso. Quando gli chiede di seguirlo, Luca scopre che sia lui che Alberto possono trasformarsi in umani quando si asciugano sulla terra. Vanno quindi al nascondiglio di Alberto, una piccola torre sull’isola piena di oggetti da collezione, dove Alberto afferma di vivere con suo padre. Qui Luca trova un poster che mostra una Vespa, e i due decidono di passare i giorni seguenti a crearne una da zero, mentre Luca tenta di mantenere la sua doppia vita nascosta ai suoi genitori, parlandone soltanto con la nonna, che mantiene il suo segreto.


Luca Curiosità

  1. Il paese Portorosso in cui è ambientato il film è ispirato a Vernazza, paese Ligure.
  2. All’inizio il cognome di Luca doveva essere Portorosso in onore del film di Miyazaki “Porco Rosso”, per poi cambiarlo in Paguro.
  3. Il personaggio di Alberto è ispirato ad un vero amico d’infanzia del regista, che tra l’altro presta la voce in un cameo nella versione italiana.
  4. Il regista per la colonna sonora voleva Ennio Morricone, purtroppo venuto a mancare, così ha scelto il compositore americano Dan Romer.


Grazie per aver letto l’articolo: clicca qui per leggerne altri!


In questo video sono riassunte le trame dei miei Fumetti e Libri, clicca se sei curioso!

Seguici anche su YT.

.

Di FeM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *