• Mer. Lug 6th, 2022

Curiosità sul film Army of the Dead

DiFeM

Gen 14, 2022 ,
Condividi l'articolo su:

Se stai cercando le migliori Curiosità sul film Army of the Dead sei nel posto giusto!
Leggi anche: Curiosità Back to the Outback: Ritorno alla natura


Army of the Dead Trama

Dall’Area 51 parte un convoglio militare che scorta un container contenente una risorsa top secret verso una destinazione ignota.

Un incidente con una macchina civile causa il ribaltamento e l’apertura del container vicino alla città di Las Vegas.

Dal container esce un essere dotato di forza e velocità sovrumane che in pochi secondi uccide e fa risorgere i soldati del convoglio come non-morti e insieme attaccano la vicina città.

Nonostante il grande dispiegamento di uomini e mezzi la città viene abbandonata dopo essere stata isolata con un muro di container.


Army of the Dead Curiosità

1) Netflix ha rilevato il progetto dalla Warner Bros. Le riprese sono iniziate nell’estate del 2019 con un budget di 90 milioni di dollari, che all’epoca la rendeva la produzione Netflix più costosa mai realizzata.

2) La produzione di “Army Of The Dead” risale al 2009, quando Zack Snyder scrisse la sceneggiatura ma rifiutò la possibilità di dirigere il film per altri progetti. Anche James Gunn (Guardiani della Galassia) è stato brevemente considerato per dirigere il film fino a quando anche lui ha rifiutato. Il film è entrato in una lunga fase di sviluppo prima del 2011, quando è stato annunciato che Matthijs van Heijningen Jr. (La cosa) avrebbe diretto il film per una data di uscita prevista per l’autunno 2013. Nel 2012 però Heijningen Jr. ha annunciato di aver lasciato il progetto e il film è rientrato in fase di sviluppo fino al 2018.

3) Dave Bautista ha rifiutato un’offerta per apparire in The Suicide Squad – Missione suicida (2021) per lavorare su questo film.

4) Il regista Zack Snyder ha trascorso un paio d’anni a comprare tutti gli obiettivi Dream Lens Canon degli anni ’60 che riusciva a trovare su eBay per dare al film un aspetto morbido e organico in contrasto con il duro paesaggio apocalittico degli zombie nel film. Snyder ha  anche trascorso un anno prima del film collaborando con Red Studios alla progettazione di fotocamere personalizzate che combinassero la tecnologia delle fotocamere digitali con l’obiettivo Dream Lens Canon.

5) Il regista Zack Snyder ha detto che una delle sequenze più impegnative del film non è la più ovvia. La scena iniziale in cui i soldati incontrano Zeus per la prima volta ha richiesto cinque settimane per essere girata, perché Snyder voleva girare al tramonto con luce naturale. Ci sono volute cinque settimane di riprese per ottenere il metraggio utilizzato nel film finale, con molti elementi tecnici che si sono aggiunti alla sfida.



Grazie per aver letto l’articolo: clicca qui per leggerne altri!


Sei alla ricerca di un libro divertente e non opprimente da leggere? Allora smetti di cercarlo, perché l’hai trovato!

E se sognassi Verde?” è il libro che fa per te.

Una raccolta di sogni autoconclusivi uno più stravagante dell’altro, passando dai capitoli più horror a quelli divertenti e di avventura. Un libro da leggere tutto di un fiato che vi farà appassionare.

Lo puoi trovare su Amazon cliccando qui!

.

FeM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.